Maldola Rigacci
LE GIUNCHE DELL’ADDIO

Vedi
Titolo LE GIUNCHE DELL’ADDIO
Autore Maldola Rigacci
Genere Poesia - Amore      
Dedicato a
Giacomo Puccini, che per primo seppe dare suoni e immagini al fascino dell’oriente
Pubblicata il 25/01/2005
Visite 4267
Punteggio Lettori 127
Note Per gli addii, tutti gli addii (pensando a madame Butterfly e a Liù)
...ho visto giunche segnare appena il fiume, dove andavano non so, certo lontano, certo per sempre...

Ora che
giunche lente
fra ali di tenue passato
da luna appassita sotto le luci
delle feste con i draghi
ho visto trascinare
con tese corde
a imprimere l’oscurità
e
la notte aspetta i miei passi
ultimi
per sfamare chiuse libellule,
in vasi asciutti coltivo
dita di giorni
sfoderati all’aria aperta
delle finestre nel mattino.
ora che
ti ho visto
fra braccia scavate nei solchi
di semi d’acqua sincera,
le mani ho sciolte infine
ai fianchi degli alberi
perché la scorza sfacciata di vita
canti risate perdute.
Caldi disegni verdi nei piccoli
sorsi
dei pomeriggi addormentati.

Mi raccoglie odio stremato
sentiero che si fa brocca
per un’alba in gorgo di chiuse
labbra.
Gocce minute
assorte nel tuo ventre.
Ora che
depongo respiri a svaporare
su tutti i vetri
per non offrire sofferenza,
trascina briglie d’oro la luna.
Tranquillo
deporre ricordi segnati
d’immensa rosa crocifissa
perché l’ape entri nella morte
silenziosa
sul chinare dell’onde agli scogli.
Ora che
il drago culla gioia nuova
nei giacinti dei tuoi giorni,
ho una spilla sola a ricordare
sangue annodato a tempo
d’estate.
Quando la luna trascinava giunche
nell’agosto del fiume assopito
fra la nuca d’un mulino
d’immobili venti,
sul cuscino solcavo eternità
d’una guancia.
Lame di sere giurate
nell’ascolto
d’un ramo alla pioggia.

Ora che l’odio è una roccia fredda
svelata agli dei
derisa per tutti i miei giorni,
nella piena gialla del pomeriggio
traccio solo l’amore che inventa nome
d’addio.
All’aria sospesa
sul suono di mare
notturno
lascio un passo breve
a interrompere il vento
perché una rondine
in volo
ne becchetti briciole
all’inizio dei nidi.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi