Nicolina Carnuccio
Mama

Vedi
Titolo Mama
Autore Nicolina Carnuccio
Genere Poesia - Dialettale      
Pubblicata il 09/11/2006
Visite 4189
Punteggio Lettori 20
Mia madre
d'estate
a piedi scalzi
torna dall'orto,
coltiva lei le piante,
lei lava
lei cucina
lei impasta la farina
per il pane
taglia e cuce
cammisi bracassini
e jjuppunehri
assàmmara i panni
pe' a vucata
annaca i zitehri
macandìja a jjornata
macandìja e canta
Il Piave mormorava...
Quel mazzolin di fiori...
Oh,campagnola...
Epoi
mburnata l'ura
assettata ahra loggia
ni cunta cunticehri
e sparroga a nna guci
a cuccuvehra.



assammara-insapona i panni,li strofina su una pietra,li risciacqua e di nuovo insapona

annaca-culla
zitehri-bambini

macandìja-sfaccenda

mburnata l'ura-all'imbrunire

sparroga a nna guci-scaccia con un urlo













































Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi