M. Gisella Catuogno
Alchimia

Vedi
Titolo Alchimia
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 03/11/2008
Visite 3355
Scritta il 03:11:08  
Punteggio Lettori 50
Possibile che le sue dita fra i capelli
e il profumo di quell’amore antico
illuminino il grigio di novembre
[cielo basso e opprimente
passeri silenziosi e stralunati
indolenza a cadere delle foglie]
senza peraltro sfiorare la bolla
incandescente dei pensieri che
le ardono dentro senza tregua?
Il filo rosso della razionalità
i suoi nodi stretti e avviluppati
[che ignorano l’impeto e l’urgenza]
si avvolgono come edera al tronco
per soffocarne lo slancio di vita e di passione;
poi cedono sconfitti, lacerati, ridotti
a un brusio appena sussurrato
quando il suo tocco diventa più deciso
e il sortilegio di quello strano amore
la sua alchimia segreta e misteriosa
agisce come lievito nel pane
solleva il volo dei gabbiani stanchi
buca di crochi gialli il nero del terriccio.

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi