M. Gisella Catuogno
Sensazioni di fine ottobre

Vedi
Titolo Sensazioni di fine ottobre
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia - Introspettiva      
Pubblicata il 29/10/2010
Visite 2707

 

 

 

Si sente estranea a se stessa

quest’oggi

come se si osservasse

da uno spazio infinito

e da quella lontananza

avvertisse, sgomenta,

la sua distonia

con quel che la circonda.

 

Eppure stamani ha comprato

i ciclamini

e li ha piantati nei vasi

sul balcone:

è un bel colpo d’occhio

n’è certa

per chi alzerà lo sguardo

alla sua casa.

Ha anche in progetto di curare il giardino

tagliare l’erba

nascondere i bulbi

nel buio della terra

che li trasformerà in tulipani

per il prossimo aprile.

 

Non si è fatta mancare nulla

quest’oggi:

è anche il suo giorno libero

e il sole è fermo e alto

nel cielo tutto sgombro;

la tramontana soffia, discreta

e i pensieri

potrebbero essere freschi

e volitivi

nell’aria frizzantina.

 

Invece avverte tanta disarmonia:

quel che le sembra

ingiusto, folle ed immorale

è il pane quotidiano,

lo sente dalla radio

lo legge sui giornali;

e anche con chi

le vuole bene

quant’è ardua e precaria

la sintonia d’un’ora!

 

Ognuno ha una lunghezza d’onda propria,

il tempo interiore

ha un altro ritmo

di quello scandito dalla sveglia;

sua madre la reclama,

i bisogni impongono

l’agenda quotidiana.

 

I libri aspettano, pazienti

così la tastiera del computer.

Il conforto è scrivere

qualcosa

confidando

che qualcuno

legga

e condivida.

 

 

 

 

 

 

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi