Pier Paolo Sciola
PERLE D´UOMINI DI GOCCIA

Vedi
Titolo PERLE D´UOMINI DI GOCCIA
Autore Pier Paolo Sciola
Genere Poesia      
Pubblicata il 12/01/2003
Visite 2612
Punteggio Lettori 127

Domenica chissà
mi dico è un giorno
come sempre senza
rumore poco
traffico alle arterie
però per Dio si può
absenti corpore sentire
piene secche d'anima
venire in lento accordo
con ossigeno metallico
aria ghiaccia bagna
occhi freddi da portare
come sempre in vani
alle macerie costruite
bene bene e rotte


E' un tempo che non so
questo dove mio
mi porto è assenza forse
di colori forse di sapori
tabernacoli d'amore
alle taverne piene
di conchiglie a catturare
perle d'uomini di goccia
e donne

(per denti a pena nati)
Commenti dei Lettori
Commento della redazione

gran talento, il suo
Voto Attribuito: 5
pathos & logico (12/01/2003)


Voto Attribuito: 5
angela de blasio (12/01/2003)

Più che una poesia sembrano parole in libertà ma piacevoli! Molto bella ciao Anna
Voto Attribuito: 5
sirenetta (12/01/2003)

Prima parte più discorsiva, seconda dove rivedo il free jazz e i neologismi che tanto sto apprezzando nelle ultime tue. strada da perseguire, reverendo.
Voto Attribuito: 5
Alessandro Ansuini (12/01/2003)

intrigante
Voto Attribuito: 4
silvia molesini (12/01/2003)

Non mi aspettavo di meno. Non Leggo per commentare ma perchè penso che nelle tue cose ci sia del cervello. Ciao, Guido
Voto Attribuito: 5
Guido De Marchi (12/01/2003)

in macerie e perle d'ostriche che ruminano il fondo
Voto Attribuito: 5
ludovica (13/01/2003)

vedi, stamattina leggevo in piedi sulla tomba di viola. ecco. no, per dire, insomma.
Voto Attribuito: 5
Flavio Toccafondi (13/01/2003)

Dissacratore della parola per elevarne i suoi più intimi segreti.
Voto Attribuito: 5
crystal (13/01/2003)

Eddai Pì! Su. L'unica cosa in sardo che so è 'un si biri nudda, ma qui si vede che stai trasformando la tua scrittura. Adoro le destrutturazioni della sintassi, un giorno ti dirò perché. Dove sono i bei tempi (!!!) quando prendevi di petto Calamo e dicevi che Prinz era l'elenco del telefono di Canicattini Bagni fatto persona?
Voto Attribuito: 5
Roberta-Kirya (13/01/2003)

Bellissima, sullo sfondo una musica amara, adatta ad un bel film in bianco e nero. In gamba, Jazz.
Voto Attribuito: 5
esedomani (15/01/2003)

Gran bell'ultimo verso in una poesia che a me è sembrata decisamente "in stile" con il solito Sciola che non ho mai nascosto di apprezzare.Mi piace l'atmosfera...Bah! Inutile ogni mio commento.
Voto Attribuito: 5
fabrizio pittalis (16/01/2003)

Sono giochi magnifici di parole, i tuoi. Padronanza a condurle dove vuoi. I tuoi porti. Chissà quali. Terre mistiche e immanenti d'oltremare. Umanità distillata in gocce rare amare. Per-dente mai. Il resto come vuoi tu.
Voto Attribuito: 5
Silvia Ponti (18/01/2003)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi