Pier Paolo Sciola
VORREI VEDERE LE TUE CARTE

Vedi
Titolo VORREI VEDERE LE TUE CARTE
Autore Pier Paolo Sciola
Genere Poesia      
Pubblicata il 26/04/2003
Visite 2282
Punteggio Lettori 86


C'è troppa gente in giro
a questa casa quando
mi voglio solo per
rimpiangere il tuo inizio e
la mia fine


La mia metà da sempre
è andata a farmi
friggere per dire
in attese disperate
salvazioni


Le dita che mi sogno di
suonarmi sono arpìe
piano che si ragnano
in levità forti di domani
ai tasti non pesati


Non è per te la festa
questa che mi faccio non
lo è mai stata è
scuola di sopravvivenza
quella dove croci
docili a portare
nel vangelo che ti fai


Ho voglia ancora posso
di restare qui
nel mezzo mio di palle
a sondare indifferenza


Ma c'è una spina al cuore
frutta d'occhi nel suo cielo
che timida mi canta
amore sconosciuto di paure
il suo non essere sentirsi
perfettamente inadeguata ma
diritta nell'orgoglio
di chi è ci spera
con pazienza di chi ha
molto sprezzo e dunque amore


Sei perfetta in cicatrice un'altra
bella ignota a farsi
finalmente riscoprire


(Il tempo
adesso insieme
è poco)
Commenti dei Lettori
Commento della redazione

Lo Sciola nell'introspezione di un rigurgito d' amore svanito o elucubrato, non l'avevo ancora letto. None è male, ma forse una limatina a qualche verso l'avrei pur data. ovviamente è solo la mi "stupida opinione"
Voto Attribuito: 4
daniela barbaro (26/04/2003)

Non è per te la festa questa che mi faccio non lo è mai stata è scuola di sopravvivenza quella dove croci docili a portare nel vangelo che ti fai. Voto solamente questa strofa. Il resto mi sembra un tentativo non riuscito. Semplice giocare.
Voto Attribuito: 5
Barbara Giuliani (26/04/2003)

Le dita che mi sogno di suonarmi sono arpìe piano che si ragnano in levità forti di domani ai tasti non pesati
Voto Attribuito: 4
Lucadesessentes (26/04/2003)


Voto Attribuito: 5
diabolik (26/04/2003)

Talento e forma. Genio e sregolatezza.
Voto Attribuito: 5
Anna  Fabiano (27/04/2003)

La parte che mi piace di più comnicia con "Ma c'è una spina ..."; poesia densa e bella, con qualche piccola caduta di tono qua e là. "Il tempo adesso insieme è poco": conclusione piena di amarezza. Ciao, Jazz.
Voto Attribuito: 5
esedomani (27/04/2003)

Passo...
Voto Attribuito: 5
monnalisa (27/04/2003)

Cip e rilancio su panno verde di spine acerbe. Jazz is like a game of chance. Molto belli i versi "Ma c'è una spina al cuore / frutta d'occhi nel suo cielo /".
Voto Attribuito: 5
Silvia Ponti (28/04/2003)

Secondo me questa e come quelle anatre che prendono sull'acqua la rincorsa e poi spiccano il volo e poi un poco di te mi ci voleva.
Voto Attribuito: 5
fabrizio pittalis (28/04/2003)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi